TRENTINO SPORT AWARDS

Ogni anno a Trento si svolge un’importante manifestazione organizzata da Trentino Marketing con una giuria di giornalisti regionali e nazionali, questa volta anche di federazioni per riconoscere, votare e premiare il top degli atleti trentini, i più bravi.
Quest’anno la giuria dei giornalisti ha deciso di incoronare al Teatro Sociale Marina Pettinella (CSI Trento Nuoto) Atleta Paralimpica per l’Anno 2019.
La sala e le gallerie erano gremiti di importanti atleti e squadre. Sul palco sono stati nominati gli atleti “Sopresa dell’anno”, “Best performance” e anche “L’Atleta dell’anno”, ma la premiazione dell’”Atleta paralimpico dell’Anno” è stata la sezione più emozionante!
Barbara Pedrotti, la bella giornalista che ogni anno presenta il galà, nomina Marina Pettinella fra i tre finalisti, poi sale la suspence, ma il tutto dura solo pochi secondi, il tempo della proclamazione, quando viene proiettata l’immagine di Marina dopo una gara, nella consueta tenuta di cuffia ed occhialini, immersa nella piscina di Fogazzaro, ormai sua seconda casa. Ecco che la nostra atleta sale baldanzosa sul palco fra gli applausi generali e con la voce piena di emozione dice che non se l’aspettava e le sue parole le faranno meritare anche il ‘premio simpatia’. Marina infatti sostiene che vuole “andarci piano”: Non male! diranno i giornalisti, per la primatista dei 1500 stile!
A microfoni spenti Dino Coppola, il suo allenatore, spiegherà di essere soddisfatto di questa stagione per Marina che ha messo insieme ben 6 titoli nazionali individuali, 3 in vasca corta e 3 in vasca lunga (m. 1500, 800 e 400). Nel luglio 2018 con la nazionale italiana agli INAS Games a Parigi, 4° posto individuale nei 1500 m. stile libero e sei bronzi in staffetta. Campionati italiani assoluti FINP 2019 di Busto Arsizio, con primo posto nei 200 stile e secondo posto nei 200 misti. Record nazionale 1500 m in vasca lunga e vasca corta e 100 m. farfalla vasca lunga. L’allenatore della CSI Trento nuoto vorrebbe averne tanti altri di questi atleti! Ci tiene Dino a precisare che ciò che lo colpisce della sua nuotatrice è la costanza e la determinazione: il voler mettercela tutta nell’ottenere risultati. E’ così che Marina, dopo essere tornata dai Global Games in Australia sogna di andare alle Paralimpiadi di Tokyo 2020!!

cookie policy